“Convenzione di Roma 

sulla cooperazione in Eurasia per la Cultura, Scienza e Istruzione"

3 ago 2017 Roma Palazzo della Rovere

 

L'Organizzazione per la Cooperazione Economica Eurasiatica è diventato un Ente (firmatario) della “Convenzione di Roma sulla cooperazione in Eurasia per la cultura, la scienza e l'istruzione." Per la prima volta nella storia del continente eurasiatico è nato il Consiglio per la Cultura, Scienza e Istruzione. 

Presidente del Consiglio è stato eletto all’unanimità l’autore e compositore M°Ermanno Croce fondatore e organizzatore del famoso Festival Internazionale degli Autori di San Remo", in una Commissione che vede tra i firmatari altri Consiglieri Italiani quali Elisabetta Catalanotto, Nicola Esposito e Stefano Leoni, per la Cultura e Fabio Melillo e Ilaria Inchingolo per lo Sport. 

Segretario generale del Consiglio Euroasiatico è stato eletto Vladimir Piskurev, della sede di Mosca.

Gli obiettivi dichiarati dal Consiglio sono di promuovere la pace e la sicurezza attraverso l'espansione della cooperazione della società civile, in collaborazione tra imprese, stati e nazioni nei settori dell'istruzione, della scienza e della cultura, attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni internazionali; altra priorità sarà assicurare la giustizia e lo stato di diritto, il rispetto universale dei diritti umani e delle libertà fondamentali proclamati nella Carta delle Nazioni Unite, per tutte le persone, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione o orientamento.


Finalità e obiettivi della cooperazione in Eurasia

per la Cultura, la Scienza e l'Istruzione:

 

per promuovere la pace e la sicurezza promuovendo la collaborazione tra i popoli grande Eurasia nel campo della cultura, della scienza e l'istruzione, al fine di ulteriormente rispetto universale della giustizia, dello Stato di diritto e dei diritti umani e delle libertà fondamentali sulla base dei principi delle Nazioni Unite per tutte le persone senza distinzione di razza, sesso, di lingua o di religione;

promuovere lo sviluppo della cultura, della scienza e l'istruzione di contribuire allo sviluppo economico, la comprensione internazionale, la pace, la prosperità e il rispetto e l'osservanza universale dei diritti umani;

cooperazione economica internazionale nei settori che interessano il campo della cultura, della scienza, l'istruzione e etnico-culturale di interazione;

sostegno e sviluppo dei contatti umanitari;

creazione di condizioni favorevoli per lo sviluppo delle relazioni culturali e di scambio culturale nel campo del teatro, della musica, belle arti, arti varietà e circo, cinema, televisione e radio, biblioteca e lavoro museale, conservazione e gestione di monumenti e altri oggetti del patrimonio culturale e storico della creatività popolare, artigianato e altre attività culturali;

promuovendo la cooperazione transfrontaliera e la cooperazione culturale transfrontaliera, e lo scambio culturale;

facilitare l'organizzazione di tour d'arte (creativi) squadre e singoli artisti, scambi di mostre d'arte e allestimenti museali, film, programmi televisivi e radiofonici, festival, concorsi, convegni, mostre, seminari, missioni, attività nel campo dell'arte professionale e arte popolare;

lo sviluppo della cooperazione e collegamenti reciproci tra sindacati creativi e associazioni, organizzazioni sociali, associazioni, fondazioni e altre organizzazioni non governative, l'instaurazione di contatti tra cultura, scienza e istruzione;

promuovere la cooperazione di organizzazioni governative e non governative, istituti di cultura e arte e unioni creative con le organizzazioni internazionali;

realizzazione di sistematiche consultazioni reciproche per individuare le aree prioritarie di ricerca scientifica nel campo della cultura, della scienza, l'educazione, l'informazione reciproca sui risultati delle ricerche condotte a tal fine, conferenze congiunte scientifici e pratici, seminari e workshop, la pubblicazione di collezioni di opere scientifiche, l'uso di altre forme di scientifico scambio e la cooperazione;

promozione di contatti tra la cooperazione internazionale a livello statale, enti pubblici (ministeri), unioni creative, lo scambio di conoscenze nei settori della cultura nazionale, la politica etnica e culturale, politica linguistica, la promozione della letteratura e dell'arte, tutela e fruizione del patrimonio storico e culturale, educazione artistica e l'educazione , gli archivi;

promuovere il dialogo tra le culture al fine di garantire più ampi ed equilibrati gli scambi culturali in tutto il mondo a favore del rispetto interculturale e una cultura di pace;

la promozione di interazione interculturale al fine di sviluppare l'interazione culturale nello spirito di costruire ponti tra i popoli;

sostegno e la promozione della diversità delle espressioni culturali e la consapevolezza del suo valore a livello locale, nazionale e internazionale;

promuovere il riconoscimento della particolare natura delle attività culturali, beni e servizi culturali come veicoli di identità, valori e di significato;

rafforzare la cooperazione e la solidarietà internazionale in uno spirito di collaborazione per migliorare la capacità dei paesi in via di sviluppo di proteggere e promuovere la diversità delle espressioni culturali,

promozione di contatti scientifica, la ricerca e il monitoraggio della situazione nel campo della diversità culturale;

strutture di ricerca del patrimonio materiale e immateriale dei popoli e delle comunità etniche, finalizzati alla identificazione, la descrizione, la fissazione, la catalogazione, la conservazione, il restauro, la ricreazione, musealizzazione, la promozione, e, in casi rilevanti, l'adattamento di tali impianti per uso moderno;

il supporto e l'organizzazione della gioventù internazionale congiunta, scambi scientifici e culturali, feste, mostre, concerti, concorsi di musica, festival, eventi sportivi, storia locale e ricerca storica;

lo scambio di esperienze tra le agenzie e le organizzazioni interessate, compresa la formazione e l'aggiornamento dei professionisti, allievi e studenti delle istituzioni scolastiche;

cooperazione nel promuovere la conservazione dei valori storici e culturali nazionali;

cooperazione in conformità con il diritto internazionale e il diritto nazionale nel trattare con i beni culturali mancante ed illegalmente esportati;

cooperazione nel settore delle biblioteche, musei e archivi, l'utilizzo dei fondi, la pubblicazione di libri e la distribuzione di materiale stampato;

lo studio delle lingue del mondo, contribuire alla creazione e attività dei centri culturali nazionali;

La raccolta e la diffusione di informazioni tecniche su tutti gli aspetti della cultura, della scienza e della ricerca l'istruzione;

efficace, promozione congiunta della formazione del piano del partito in vari settori della cultura, della scienza e l'istruzione relative alla fornitura di servizi (realizzazione di opere) nel settore in questione;

promuovere la creazione di meccanismi identici di regolamentazione giuridica e metodologica di attività, la creazione di un unico meccanismo di riconoscimento e la validazione delle qualifiche professionali, l'armonizzazione di approcci comuni in materia di istruzione, così come altri obiettivi e gli obiettivi volti ad integrare le aree rilevanti della cultura, della scienza e l'istruzione;

lo sviluppo di relazioni reciprocamente vantaggiose nel campo diretto della cultura, della scienza e l'istruzione delle Parti alla presente Convenzione in base alla legislazione nazionale delle Parti, nonché la costituzione di società miste, le aziende multinazionali esistenti;

contribuire allo sviluppo, l'armonizzazione e l'aggiornamento su uno spazio culturale comune Eurasian delle norme nazionali esistenti e standard di prestazione;

sviluppo di un unico spazio eurasiatico scientifica, tecnologica e informazioni;

lo sviluppo e l'attuazione di programmi e progetti di innovazione congiunta;

la partecipazione alla creazione e sviluppo di sistemi settoriali e intersettoriali di qualifiche professionali nello spazio eurasiatico, facilitare la creazione di un sistema di valutazione indipendente dei titoli delle varie categorie di professionisti, lo sviluppo e l'esame dei progetti di standard professionali di intervento in materia di cultura, scienza e istruzione;

la cooperazione nel campo della formazione e riqualificazione del personale nel campo della cultura, della scienza e l'istruzione.